< Tutte le attività

Valorizzazione dei progetti di studio realizzati nell’ambito delle tecnologie digitali e della loro diffusione nel sistema produttivo regionale


Committente: Parco Tecnologico dell’Umbria - Sitech
Anno: 2003 - 2004
Settore di attività: Sistemi produttivi, distretti e imprese
Macrocategoria: Studi e ricerche

Lo studio si inserisce nel quadro delle attività previste dal progetto UMBRI@INACTION, coordinato dal Parco Tecnologico dell’Umbria – Sitech, la cui finalità principale è quella di creare presso le PMI regionali una sensibilità ed una consapevolezza atta ad abbattere il “digital divide“. Più in particolare, fra le attività svolte va menzionata la realizzazione di numerosi progetti di ricerca che analizzano, sotto diversi aspetti, il tema delle tecnologie digitali e quello inerente la loro effettiva diffusione nel sistema produttivo regionale. Il lavoro di ricerca si articola lungo due linee di attività principali:

–       la prima orientata ad analizzare i principali risultati emersi dalle numerose attività di studio realizzate nell’ambito del progetto UMBRI@INACTION, in modo da arrivare ad una loro sistematizzazione ragionata e comparata che ne consentisse una piena valorizzazione;

–       la seconda finalizzata ad estendere e raccordare le problematiche strettamente connesse all’ICT con il tema più ampio dell’innovazione nelle imprese. Obiettivo principale di questa seconda parte del lavoro è di progettare un’indagine conoscitiva rivolta al tessuto delle PMI umbre, orientandola all’analisi dei fabbisogni di innovazione espliciti ed impliciti che caratterizzano le imprese, come strumento necessario all’impostazione di politiche specificatamente rivolte a promuovere l’innovazione nel tessuto produttivo regionale. La suddetta indagine è realizzata dal Parco Tecnologico dell’Umbria con il supporto del Cles che effettua:

  • una revisione complessiva del testo messo a punto dai ricercatori del PTU – Sitech;
  • una sintesi ragionata dei principali risultati emersi nel corso dell’indagine, con l’identificazione di cinque raggruppamenti tipologici di imprese a cui si associano comportamenti e modelli di innovazione fortemente differenziati;
  • la stampa del testo completo.