< Tutte le attività

La pesca a strascico nell’alto Adriatico: crisi economica e prospettive


Committente: Fondazione della Pesca
Anno: 2009 - 2010
Settore di attività: Agricoltura, sviluppo rurale e pesca
Macrocategoria: Studi e ricerche

Lo studio condotto dal CLES S.r.l. si sviluppa lungo 3 diverse linee di attività:

  1. la prima è finalizzata ad effettuare un inquadramento della struttura produttiva e della situazione economica e occupazionale del settore della pesca a strascico sia in Italia, che nelle 3 Regioni nord-adriatiche in termini di: numero imbarcazioni; tonnellaggio; potenza motore; giorni di pesca; catture; lavoratori imbarcati; produzione lorda vendibile e così via), sulla base dei dati di fonte MIPAAF-IREPA aggiornati al 2008;
  2. la seconda è volta a compiere una valutazione del danno sociale ed economico prodotto nelle 3 Regioni nord-adriatiche dall’applicazione delle misure previste dal Regolamento CE 1967/2006, attraverso una stima delle perdite in termini sia di produzione, fatturato e valore aggiunto che di occupati, tenendo conto non soltanto degli impatti diretti sugli operatori autorizzati, ma anche degli effetti indiretti ed indotti stimati attraverso il ricorso alle matrici intersettoriali;
  3. l’ultima linea di attività è rivolta ad identificare una serie di azioni ed interventi di carattere compensativo da rivolgere agli operatori del settore per mitigare gli effetti negativi prodotti dalla definitiva entrata in vigore del Regolamento comunitario.