< Tutte le attività

Consulenza al “Centro studi per il monitoraggio e la formazione della filiera pesca” nell’ambito del progetto “Accordi di programma tra il Ministero Politiche Agricole e Forestali e le Associazioni del movimento cooperativo”


Committente: Lega Pesca
Anno: 2001 - 2005
Settore di attività: Agricoltura, sviluppo rurale e pesca
Macrocategoria: Studi e ricerche

Predisposizione di note analitiche, studi e ricerche, orientamenti, osservazioni e proposte per la programmazione strategica sui seguenti argomenti:

  • la programmazione dei Fondi strutturali 2000-2006 con particolare riferimento ai flussi di risorse stimate a livello regionale nello SFOP;
  • i riflessi dell’IRAP sulla struttura produttiva della pesca a seguito del “bonus fiscale per l’anno 2000”in cui è ricompresa la riduzione dell’IRAP a favore delle PMI;
  • una prima analisi dei problemi derivanti dall’aumento del costo dei combustibili causati dalla crescita dei prezzi del petrolio e dal peggioramento del tasso di cambio Euro/Dollaro con la proposta di creare un buffer stock sul carburante;
  • l’analisi del disegno di legge finanziaria 2001 attraverso i principali capisaldi (disposizioni per la riduzione del carico fiscale delle famiglie, imposte sui redditi, riduzione dell’IRPEG e dell’IRAP e incentivi per l’incremento occupazionale) e la simulazione degli effetti finanziari sulla pesca;
  • la valutazione degli emendamenti alla legge finanziaria 2001 e la simulazione dell’impatto sui sistemi di pesca;
  • l’individuazione di indicatori alternativi – in modo tale da ridurre lo svantaggio competitivo del settore pesca – per la selezione e la valutazione dei patti specializzati contenuti nell’allegato I della Delibera CIPE 9/7/1998 e nel Decreto 1/12/1999 del MTBPE;
  • la risposta al “procedimento formale d’esame” previsto dall’articolo 88, paragrafo 2 del trattato CE e dal regolamento (CE) n. 659/1999 del Consiglio, sulle misure a favore della pesca a seguito dell’aumento del costo dei combustibili;
  • una seconda analisi sul tema dell’incremento dei prezzi del combustibile e sul peggioramento del tasso di cambio Euro/Dollaro.